Ferro Max

FERROMAX

Il ferro nei vegetali
Il ferro è fondamentale per la produzione di clorofilla e interessa molti sistemi enzimatici, necessari per una crescita sana della pianta.
Numerose possono essere le cause che determinano fenomeni di carenza di questo microelemento: terreni asfittici con pH elevato; carenza di ferro nel suolo; eccesso di calcare attivo che rende insolubile il ferro; abbondanza di fosfati che lo rendono indisponibile; eccessi di temperatura e illuminazione. La clorosi ferrica si manifesta con ingiallimenti fogliari nella zona internervale e nei casi più gravi si assiste ad una necrosi fogliare con filloptosi nella parte apicale della pianta. La carenza di ferro riduce la fotosintesi e quindi determina uno sviluppo rachitico dei germogli e delle produzioni che presentano caratteristiche organolettiche inferiori allo standard.

Caratteristiche

FERRO-MAX ha la capacità di entrare attraverso la cuticola fogliare con grande facilità grazie alla sua formulazione innovativa. Infatti il Ferro di FERRO-MAX, essendo chelato organicamente con derivati dei carboidrati vegetali e avendo carica neutra, viene riconosciuto dal vegetale come sostanza non estranea quindi assorbito e traslocato in modo efficace. FERRO-MAX è rapidamente assorbito e viene traslocato nei luoghi di maggiore necessità. L’ azione di FERRO-MAX è duratura nel tempo.

 

Composizione

Ferro (Fe) solubile in acqua                                          4 % (pari a 50,4 g/l)

ALTRI COMPONENTI:

Derivati dei Carboidrati di origine vegetale

Carbonio organico di origine vegetale                             9 %               confezioni disponibili da 1 kg e da 6 kg

 

 

Dosi e modalità d’impiego

Applicazione fogliare

COLTURA

DOSE

NOTE

POMACEE

Pero, Melo

 

2,5 - 3 l/ha

Effettuare 3 trattamenti a intervalli di 7-14 gg a partire dalla comparsa delle foglie

DRUPACEE

Pesco, Ciliegio, Susino, Albicocco

 

2,5 - 3 l/ha

Effettuare 3 trattamenti a intervalli di 7-14 gg a partire dalla comparsa delle foglie

AGRUMI

 

2,5 - 3 l/ha

Eseguire 2 trattamenti ad intervalli di 7-14 gg.

VITE

 

1,5 -2,5 l/ha

Applicare a intervalli settimanali finchè i sintomi non scompaiono

CEREALI

Frumento, Orzo, Mais

 

3-4 l/ha

Intervenire a intervalli regolari da quando la coltura ha una quantità sufficiente di foglie

ORTAGGI

 

500 ml/ha

Effettuare un trattamento in pre-trapianto e uno dopo fioritura.

FLOREALI E ORNAMENTALI

 

1,2-2 l/ha

Trattare a intervalli settimanali fino a quando i sintomi non scompaiono dalle foglie giovani

 

 

Applicazioni al terrreno

METODO

DOSE

NOTE

IRRORAZIONE

 

 

1. Trattamento a pieno campo

1-2 l/hl

Utilizzare 1 hl di soluzione per 100 m2. Applicare una quantità d’ acqua sufficiente a eliminare i residui dalle foglie.

2. Piante da vaso

3-5 ml/10 litri

Trattamenti ripetuti per piante più sensibili alla ferrocarenza: Azalee, Camelie, Gardenie, Ortensie, Rododendri, Rose

INCORPORAZIONE

 

 

1. Fori per piante da trapianto

50-130 ml/m3 di terreno

Incorporare nel terreno al momento del trapianto di alberi da frutta o altre piante

2. Terriccio per vasi

30-50 ml/m3 di terreno

Mescolare omogeneamente al terriccio per vasi

FERTIRRIGAZIONE

250-650 ml/m3 di acqua

Applicare a intervalli di 7-14 gg. Non superare i 6-8 l /ha per ogni applicazione. In caso di sistemi di irrigazione a pioggia, iniettare all’ inizio del ciclo di irrigazione

 

IMPORTANTE: Utilizzare FERRO-MAX solo in caso di bisogno riconosciuto. Non superare le dosi appropriate.
FERRO-MAX è compatibile con la maggior parte dei fitofarmaci e fertilizzanti comunemente usati.
Non miscelare FERRO-MAX con prodotti altamente alcalini come Miscela Solfocalcica o Poltiglia Bordolese.